13enne da palazzo in fiamme, 'solo fumo'

Ha tentato di ripararsi dalle fiamme, e dal fumo, rannicchiandosi nella vasca da bagno il 13enne morto per l'incendio che ieri a Milano è divampato nel palazzo al civico 20 di via Cogne. Il ragazzo, nato in Italia da genitori marocchini, era solo in casa quando si sono sprigionate le fiamme. Seguito dai servizi sociali per disturbi della personalità, nei prossimi giorni avrebbe dovuto frequentare un istituto protetto. "Vedo solo fumo" avrebbe detto il giovane in una telefonata alla madre al lavoro. Il 13enne viveva con la donna e le due sorelle, che erano a scuola. "Aiuto, ho paura...", le ultime parole prima che la comunicazione si interrompesse. Raggiunto dai soccorritori e rianimato, è stato trasportato in condizioni disperate all'ospedale Sacco, dove è morto questa mattina. Ed ora in via Cogne, dove l'incendio ha distrutto tre piani del palazzo, in tanti ricordano questo ragazzo "sempre sorridente", che per altezza e corporatura dimostrava più di 13 anni.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Pietra de' Giorgi

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...